Chi sosteniamo

IL BELLO DI ESSERE SOLIDALI

L’Avis Comunale di Zero Branco è da sempre impegnata nella solidarietà sul territorio di appartenenza. L’impegno è stato ancora più tangibile nel 2018, in alto una parte del ricavato della 39^ Corsa Lungo il Fiume Zero è stato devoluto in beneficenza all’associazione La Musica di Angela Onlus. Un motivo in più per aver partecipato.

LA MUSICA DI ANGELA ONLUS

L’associazione è nata nel dicembre 2014 grazie ai genitori di Angela Dell’Anna una bambina che purtroppo è mancata nel giugno 2013, dopo dieci anni di vita.

Dopo un breve progetto finanziato privatamente che ha garantito 70 ore di musicoterapia nel reparto pediatrico di Treviso e la ricerca di un modo pragmatico e duraturo per gestire la loro sofferenza e dare un senso ad essa, ha spinto i due genitori a fondare l’associazione “La Musica di Angela” che dal febbraio 2015 è diventata onlus.

Attualmente l’associazione è composta da un consiglio direttivo di 7 membri ed ha una cinquantina di soci. La sede associativa è in provincia di Treviso.

SCOPO DELL’ASSOCIAZIONE:

L’aver provato personalmente, fisicamente e moralmente, quanto sia dura a volte affrontare periodi di vita difficili in cui l’avere speranza è spesso messo a dura prova, ha spinto i fondatori a cercare, sfruttando il percorso autobiografico, mezzi di sostegno per altre famiglie in difficoltà a causa di malattie dei loro figli, soprattutto nei casi più gravi o per quelle che necessitano di lunghe ospedalizzazioni.

Attualmente l’associazione sta finanziando un progetto di musicoterapia nella divisione emato-oncologica, nel day hospital e nel reparto pediatrico dell’ospedale di Treviso. La musicoterapia è diventata da 3 anni un’attività dell’ANFASS di Treviso, come di “Casa Respiro” di Morgano e del CEOD sostenuto dalla Cooperativa la Scintilla di Zero Branco e Mogliano V.to. Sta inoltre finanziando due progetti sperimentali per altrettanti pazienti affetti da una forma sconosciuta di disabilità e da disturbo dell’attenzione. È in programma a breve un nuovo progetto sperimentale con gli anziani soprattutto per chi è affetto da patologie neurologiche tipo morbo di Parkinson, Alzheimer o demenza senile.

La musicoterapia diventa un modo per esprimere le emozioni con l’obiettivo di creare un clima emotivo e psicologico il più possibile favorevole alla cura di piccoli pazienti e, fondamentale, per assicurare un’alta qualità di accoglienza durante la permanenza in ospedale anche per le loro famiglie.

I professionisti che vi lavorano, sono laureati a Bruxelles con diploma di laurea riconosciuto a livello europeo ed iscritti all’Ordine Europeo degli Specialisti in Arti – Terapie. Le direttive europee sui diplomi permettono quindi di utilizzare questi titoli di studio per l’esercizio delle professioni corrispondenti negli stati membri della Comunità Europea.

Per saperne di più:

 

Back to top